Accesskeys

I soldi? Questione di punti di vista.

I soldi sono una questione molto personale, per questo è così interessante parlarne con tante persone e ascoltare diverse opinioni. Qui ci interroghiamo sui soldi, cerchiamo risposte mai banali sotto forma di studi e reportage e mettiamo in luce aspetti e fatti interessanti riguardo a un tema tanto emozionale quanto controverso come il denaro.

Perché nel paese più ricco del mondo nessuno parla apertamente di soldi?

Parlare di soldi è da sempre un tabù.

Molti trovano indiscreto parlare apertamente di soldi. Uno studio rivela che l’argomento denaro appartiene alla sfera intima e che ci si lascia spesso condizionare da un senso di imbarazzo, invidia e diffidenza quando si tratta di questioni finanziarie. Secondo i ricercatori, in questo senso non aiuta poi la consuetudine diffusa a considerare superficiale e moralmente sconveniente ogni discussione approfondita sul denaro. Lo studio invita a cambiare mentalità se vogliamo evitare conseguenze spiacevoli per il singolo e per l’economia del Paese. Ma questo è solo uno di tanti punti di vista interessanti. Per questo è importante parlare di soldi. (Fonte: „Die Psychologie des Geldes“ von Prof. Stefan Hradil, Universität Mainz in Zusammenarbeit mit SINUS Markt- und Sozialforschung, 2004)

 

I soldi non fanno la felicità.

Cosa ci rende felici? Ognuno risponde a modo suo. Alcuni danno importanza al denaro, altri alla salute e altri ancora agli status symbol. Ciascuno trova soddisfazione in cose diverse. Ma è proprio così? I ricercatori dell’Università di Harvard sostengono che esiste un’unica cosa che rende felici e appagati: buoni rapporti interpersonali. Ecco tutto. Ma questo è solo uno di tanti punti di vista interessanti. Per questo è importante parlare di soldi. (Fonte: „The Glueck Study“ by George Vaillant and Sheldon Glueck, Harvard Department Of Psychiatry, 2010)


Se aumenta il reddito aumenta anche il grado di soddisfazione.

Studi rivelano che raddoppiare il proprio reddito annuo da 15 000 a 30 000 produce un forte senso di soddisfazione. Chi poi riesce a incrementarlo ulteriormente a 60 000 ha un ulteriore scatto di felicità, anche se meno intenso rispetto al precedente. A 80 000 il nesso di causalità si perde quasi totalmente. Gli economisti parlano di profitto marginale decrescente, che significa: il tempo libero diventa più importante del denaro. Ma questo è solo uno di tanti punti di vista interessanti. Per questo è importante parlare di soldi. (Fonte: „Will Money Increase Subjective Well-Being?“ by Ed Diener and Robert Biswas-Diener, Journal for Social Indicators Research, Volume 57, 2002)


Oltre il 40% dei matrimoni è destinato a fallire.

La disoccupazione è un motivo frequente di separazione. La sua durata, infatti, è proporzionale al numero di problematiche che minacciano la serenità coniugale. Secondo alcuni studi le coppie in cui entrambi i partner lavorano sono le più durature. Quando uno solo dei partner lavora, la coppia spesso è tenuta in piedi non dall’amore ma dai costi di un eventuale divorzio e dagli svantaggi economici di una vita da single. Ma questo è solo uno di tanti punti di vista interessanti. Per questo è importante parlare di soldi. (Fonte: „Der arbeitslose Partner macht einen unglücklich“ von Dr. Maike Luhmann, Wirtschaftspsychologie aktuell, 2014)


Un giovane su tre è indebitato.

Stando a uno studio della scuola universitaria professionale Fachhochschule Nordwestschweiz, il 38 per cento degli svizzeri di età compresa tra i 18 e i 24 anni è indebitato. Di questi, uno su dieci ha debiti superiori a 2000 franchi. Nonostante le apparenze, i giovani indebitati non riuscirebbero a godersi la vita; secondo la Dr. Elisa Streuli avrebbero infatti troppi sensi di colpa. Bisogna imparare a gestire i soldi. Ma questo è solo uno di tanti punti di vista interessanti. Per questo è importante parlare di soldi. (Fonte: „Du bist was du hast! Geld, Konsum und Schulden Jugendlicher.“ von Regula Studer und Dominique Högger, Fachhochschule Nordwestschweiz, 2014)



Le donne guadagnano circa il 20% in meno rispetto agli uomini.

In Svizzera uomini e donne hanno diritto a percepire lo stesso salario per lo stesso lavoro. Così dice la costituzione federale svizzera. In realtà, le differenze salariali tra donne e uomini sono ancora considerevoli. Incidono concretamente sugli accrediti di salario mensili e anche sulla previdenza per la vecchiaia: la differenza salariale fino al pensionamento può arrivare a mezzo milione di franchi. Ma questo è solo uno di tanti punti di vista interessanti. Per questo è importante parlare di soldi. (Fonte: „Schweizerische Lohnstrukturerhebung 2014“ Eidgenössisches Departement des Innern EDI, Bundesamt für Statistik BFS, 2014)