Accesskeys

Comunicato stampa

La Banca Cler sottoscrive la Carta «EqualVoice United 2025»

31.01.2022

Da oltre 15 anni, per la Banca Cler il tema della diversità, e in modo particolare dell'uguaglianza delle donne, riveste grande importanza. Numerosi misure e premi, dal Prix Egalité nel 2005 alla certificazione di azienda vicina alla famiglia, come altresì la sottoscrizione dei sette princìpi di UN Women o l'aver portato a termine con successo il dialogo sulla parità salariale nel 2017, confermano che la Banca Cler si impegna attivamente a favore delle pari opportunità. La sottoscrizione della Carta «EqualVoice United 2025» da parte della nostra CEO Mariateresa Vacalli è quindi una logica conseguenza per aumentare la visibilità delle donne anche all'esterno.

Prix Egalité - il primo riconoscimento
Con una CEO donna e una presenza femminile del 57% nel Consiglio di amministrazione, la Banca Cler assume un ruolo guida nella composizione dei vertici al femminile a livello svizzero. La promozione delle nostre collaboratrici e delle donne a livello dirigenziale vanta una lunga tradizione. Quasi venti anni fa, questa tematica trova un primo radicamento nella nostra strategia e nel 2005, con il premio Prix Egalité, il nostro istituto ottiene il primo riconoscimento. Il Prix Egalité premia le aziende che si impegnano a favore dell'uguaglianza tra uomo e donna. Sono seguiti numerosi altri premi, quali il «Chancengleichheitspreis beider Basel», la certificazione di azienda vicina alla famiglia, la sottoscrizione dei Women Empowerment Principles dell'ONU nonché la partecipazione al dialogo sulla parità salariale, portato a termine con successo, la cui applicazione è oggetto di periodici controlli. 

La promozione delle pari opportunità è da anni al centro della nostra attenzione
Nonostante i numerosi riconoscimenti, le pari opportunità continueranno a restare al centro della nostra attenzione. Da un lato perché la sua promozione è un'esigenza etica, dall'altro perché l'adozione di queste misure ha dato i suoi frutti. Si registra infatti un maggiore interesse nei confronti del nostro istituto in qualità di datore di lavoro e quindi i talenti rimangono e la motivazione del personale aumenta. Inoltre, quando una collaboratrice dopo il congedo di maternità continua a lavorare per il nostro istituto, nel ruolo precedente o con una funzione simile, le spese, ad esempio per il reclutamento, diminuiscono. Grazie a diverse attività, quali la promozione di modelli di job sharing e di posti di lavoro a tempo parziale (anche per gli uomini) o di inserzioni per posti vacanti rivolte esplicitamente a donne, riusciamo a sensibilizzare attuali e futuri collaboratori e collaboratrici. Il nostro obiettivo è curare una cultura aziendale in cui le pari opportunità e la vicinanza alle famiglie siano ovvietà.

EqualVoice United 2025 rappresenta un ulteriore impegno
Nel 2021 Ringier ha lanciato il progetto «EqualVoice United 2025» il cui obiettivo è radicare la tematica della parità dei sessi anche nell'economia svizzera. Insieme ad altre nove aziende svizzere abbiamo firmato una Carta, sottolineando il nostro impegno a favore della realizzazione vincolante dei seguenti quattro obiettivi entro il 2025:


1.    Radicare le pari opportunità e l'uguaglianza tra uomo e donna nell'organizzazione
2.    Promuovere una mentalità a favore della parità e dell'integrazione
3.    Trasmettere ad altre aziende e alla società i vantaggi delle pari opportunità 
4.    Creare condizioni di lavoro al passo con i tempi per tutte le collaboratrici e tutti i
       collaboratori

La CEO Mariateresa Vacalli è convinta che, con la sua adesione alla rete di EqualVoice United 2025, la Banca Cler potrà contribuire al rafforzamento della consapevolezza in relazione all'uguaglianza. «La Banca Cler ha dimostrato molto presto che alle pari opportunità attribuisce grande importanza. Mi rallegro di poter apportare con la nostra adesione al progetto EqualVoice United 2025 un ulteriore contributo all'avanzamento delle pari opportunità nel mondo del lavoro.»