Accesskeys

Comunicato stampa

Banca Coop: crescita solida e aumento dell'utile

08.02.2017

La Banca Coop ha proseguito sulla scia del primo semestre 2016, conseguendo un risultato ancora più consistente nel secondo semestre. Con aumenti nelle tre principali aree di risultato, la banca presenta un ragguardevole esercizio 2016: i proventi d'esercizio, che rispecchiano la performance operativa, sono progrediti di 1,8 mio. di CHF (+0,8%), il risultato d'esercizio ha registrato un leggero incremento dello 0,1% e l'utile dell'esercizio è aumentato di 1,1 mio. di CHF a 45,7 mio. di CHF (+2,6%). Artefice di questo eccellente risultato è l'ottimo andamento della nostra principale fonte di reddito: le operazioni su interessi. Il risultato lordo da operazioni su interessi e quello netto sono progrediti rispettivamente del 3,9% e del 4,2%. Anche i prestiti alla clientela con +251,2 mio. di CHF (+1,8%) e i depositi della clientela con +71,9 mio. di CHF (+0,6%) hanno messo a segno un andamento positivo. La somma di bilancio è aumentata dell1,7% rispetto all'esercizio precedente, raggiungendo quasi 17 mrd. di CHF. L'eccellente risultato ha consentito di consolidare ulteriormente i fondi propri (dopo l'impiego dell'utile) di 32,6 mio. di CHF (+2,9%). Il Consiglio di amministrazione proporrà all'Assemblea generale un dividendo lordo invariato di CHF 1.80 per azione.

Comunicato stampa

Basilea, 8 febbraio 2017

Incremento notevole nelle operazioni su interessi

La Banca Coop presenta un risultato eccellente nella sua attività principale. Il risultato lordo da operazioni su interessi è progredito di 6,5 mio. di CHF, ovvero del 3,9%, a 171,8 mio. di CHF. Questa performance positiva è riconducibile ad un asset and liability management gestito con professionalità e ad un'ottimizzazione della struttura di rifinanziamento. I margini fissati dalla banca sono stati attuati con coerenza nelle operazioni ipotecarie, le condizioni legate ai depositi a risparmio sono state adeguate alle condizioni di mercato e il prestito obbligazionario esigibile ad alto rendimento è stato sostituito da mutui presso centrali d'emissione di obbligazioni fondiarie più vantaggiosi. Il rinnovato miglioramento della qualità del portafoglio crediti ha comportato un moderato scioglimento delle rettifiche di valore per rischi di perdita all'interno delle operazioni su interessi (+1,9 mio. di CHF rispetto ai +1,5 mio. di CHF dell'esercizio precedente), consentendo di raggiungere un risultato netto da operazioni su interessi maggiore del 4,2%, ovvero 7,0 mio. di CHF, pari a 173,8 mio. di CHF.

Le incertezze del mercato incidono sulle operazioni in commissione

L'atteggiamento permanentemente cauto degli investitori è il risultato delle forti incertezze che caratterizzano i mercati. Durante l'intero esercizio, le transazioni in titoli si sono situate ad un livello basso, comportando una contrazione del risultato da operazioni in commissione e da prestazioni di servizio del 6,8% a 56,8 mio. di CHF. Le attività di negoziazione, che la Banca Coop consegue esclusivamente con la clientela, sono regredite di 0,4 mio. di CHF a 11,1 mio. di CHF. Tale riduzione è imputabile soprattutto alle operazione di copertura in discesa della clientela e alle minori entrate dalle transazioni su divise ad esse correlate.

Le crescenti attività di costruzione comportano un aumento delle operazioni ipotecarie

Il leggero aumento delle attività di costruzione (appartamenti e superfici commerciali) ha un effetto positivo sulle operazioni ipotecarie della Banca Coop. I crediti ipotecari registrano una crescita di 270,1 mio. di CHF (+2,0%) a 14,1 mrd. di CHF. Ciononostante l'istituto tiene fede alle sue rigide direttive in materia di concessione di crediti. La Banca Coop si concentra da anni su debitori con un'eccellente solvibilità, persegue standard di anticipo conservativi e fissa esigenze molto elevate in termini di sostenibilità. Essa presenta un atteggiamento cauto soprattutto nel finanziamento di oggetti di reddito.

Leggera progressione dei depositi alla clientela

Nel 2016 i depositi della clientela hanno registrato una leggera crescita di 71,9 mio. di CHF (+0,6%). In seguito alla rimunerazione attualmente bassa dei depositi a risparmio, la clientela privata è alla ricerca di alternative valide. A tale proposito, a ottobre 2016 la Banca Coop ha lanciato una soluzione d'investimento di successo che consente ai clienti di beneficiare di una gestione patrimoniale già a partire da 10 000 CHF. Già nei primi tre mesi dal lancio, i clienti hanno investito pressoché 80 mio. di CHF nella nuova soluzione d'investimento. Ciò ha comportato però una lieve flessione degli impegni nei confronti della clientela a titolo di risparmio e d'investimento di 11,8 mio. di CHF (-0,1%). Gli altri impegni nei confronti della clientela hanno registrato invece un netto rialzo di 83,7 mio. di CHF (+3,1%). Tale risultato è imputabile all'abbondante liquidità di cui dispongono i clienti istituzionali, investita soprattutto in depositi a termine.

Modernizzazione visibile

A marzo del 2016 la Banca Coop ha lanciato il suo primo prodotto digitale a marchio proprio, l'ipoteca online «digihyp». Gli uffici presso la sede principale a Basilea sono stati modernizzati e nella succursale di Lugano-Cioccaro sono iniziati i lavori di ristrutturazione. Queste misure sono il presupposto di una banca moderna che, oltre alla presenza fisica, dà valore alle tramutate esigenze dei clienti in campo digitale. I rispettivi investimenti nell'infrastruttura e nella digitalizzazione nonché l'attuazione dei requisiti normativi hanno comportato un lieve aumento dei costi d'esercizio a 161,1 mio. di CHF (+1,7%).

Risultato d'esercizio 2016 superiore a quello dell'anno precedente

L'eccellente performance operativa della Banca Coop si riflette nell'aumento pari a 1,8 mio. di CHF (+0,8%) dei proventi d'esercizio, che a giugno avevano chiuso il primo semestre con una cifra leggermente negativa (-0,6%). Grazie al ragguardevole risultato nelle operazioni su interessi, è stato possibile compensare in toto i ricavi minori derivanti dalle operazioni in commissione e da prestazioni di servizio. Dedotti i costi d'esercizio (+1,7% rispetto all'esercizio precedente), il risultato d'esercizio registra un aumento dello 0,1%. Quest'ultimo, abbinato ai ricavi straordinari, ha generato un utile dell'esercizio superiore del 2,6% rispetto a quello del 2015. Non considerando i costi più elevati rispetto all'esercizio precedente di 5,2 mio. di CHF per progetti futuri, il risultato d'esercizio sarebbe progredito addirittura del 6,1%.

Ulteriore incremento della liquidità e consolidamento della base di capitale

A fine 2016, la somma di bilancio della Banca Coop ha raggiunto 16,9 mrd. di CHF. Oltre alla forte crescita delle operazioni di credito ipotecario, l'istituto ha ottimizzato ulteriormente la gestione della liquidità. L'attuale liquidità, calcolata sulla base del Liquidity Coverage Ratio (LCR) del 155,4%, supera ampiamente le prescrizioni legali. Indipendentemente dalla fase transitoria quadriennale prevista da Basilea III, la Banca Coop presenta già oggi una quota di liquidità superiore in maniera durevole del 100%. A fine 2016, la quota di capitale complessivo è progredita al 16,5% (2015: 16,3%), testimoniando nuovamente la rafforzata dotazione di capitale e la solida capacità di rischio della Banca Coop.

Prospettive

La Banca Coop esclude un'inversione di rotta in materia di interessi nel 2017 ed è dell'avviso che il contesto nel quale si situa la sua attività principale rimarrà difficile. Ciononostante continua ad investire in reti di distribuzione fisiche e digitali. Nel corso del 2017, sei ulteriori succursali saranno interessate da lavori di ristrutturazione o da un spostamento di sede. Inoltre si continuerà ad investire nella digitalizzazione. Nell'ambito delle operazioni d'investimento verranno riposizionati i mandati di gestione patrimoniale. L'offerta verrà semplificata e i modelli di pricing saranno più trasparenti. Oltre a ciò, ulteriori novità normative (tra l'altro SAI e MiFid) comporteranno ampi processi di attuazione. Gli investimenti nel futuro e il contesto di tassi negativi continuano a rappresentare per la Banca Coop importanti sfide.

Hanspeter Ackermann, presidente della Direzione generale:
«Nel 2016 abbiamo registrato una forte performance operativa, della quale possiamo essere molto fieri. Investiamo nelle nostre succursali e nelle reti di distribuzione digitali. Ci sta molto a cuore essere una banca in grado di soddisfare le esigenze di clienti di ogni età e attraverso tutti i canali.»

Ulteriori dettagli attinenti al risultato annuale sono consultabili negli allegati e sul sito www.bancacoop.ch.

Per ulteriori informazioni:

Natalie Waltmann

Responsabile Comunicazione

Banca Coop SA, CEO Office

Telefono: +41 (0)61 286 26 03

E-mail: natalie.waltmann@bankcoop.ch