Accesskeys

Comunicato stampa

Un primo semestre all'insegna della crescita e degli investimenti nel riposizionamento

20.07.2017

Comunicato stampa

Basilea, 20 luglio 2017

Dal 20 maggio 2017 la Banca Cler si presenta sul mercato con il nuovo nome. La Banca Cler ha ampliato la propria attività core attraverso l'aumento di crediti ipotecari (+264,1 mio. di CHF) e l'afflusso di ulteriori depositi della clientela (+162,4 mio. di CHF). I proventi d'esercizio sono progrediti del 2,0% a quota 123,3 mio. di CHF. Gli investimenti nel riposizionamento della Banca Cler hanno comportato costi d'esercizio più elevati che si attestano a 95,2 mio. di CHF (+14,7%). Come previsto, l'utile semestrale 2017 è sceso di 18,8 mio. di CHF (1° sem. 2016: 22,7 mio. di CHF).

Il risultato lordo da operazioni su interessi è aumentato del 3,5%

Nel primo semestre 2017 la prima fonte di reddito della Banca Cler, le operazioni su interessi, è progredita. Il risultato lordo da operazioni su interessi è salito del 3,5% a quota 87,1 mio. di CHF (1° sem. 2016: 84,1 mio. di CHF). Dopo lo scioglimento di rettifiche di valore per rischi di perdita dell'ammontare di 0,1 mio. di CHF (1° sem. 2016: 0,4 mio.) ne è conseguito un risultato netto da operazioni su interessi di 87,2 mio. di CHF (1° sem. 2016: 84,5 mio.). Tale scioglimento è il frutto di un ulteriore miglioramento qualitativo del portafoglio.

I proventi da interessi più elevati sono riconducibili a due fattori. Da un lato i costi di rifinanziamento sono risultati nettamente inferiori, comportando una riduzione degli oneri per interessi del 29,3% a quota 29,0 mio. di CHF. Dall'altro, la banca ha dovuto accettare condizioni leggermente peggiori dovute al mercato in relazione alla concessione e alla proroga di crediti, riuscendo però a compensare in parte tale circostanza con un volume notevolmente più elevato dei prestiti a fronte di rischi controllati.

Ulteriore ampliamento delle operazioni in titoli e d'investimento

Benché i clienti siano rimasti cauti sul fronte degli investimenti, il risultato da operazioni in commissione e da prestazioni di servizio si è mantenuto stabile quale seconda fonte di reddito. Il suo contributo al risultato, pari a 28,7 mio. di CHF, è appena inferiore a quello del 2016 (-0.5 mio.). La principale fonte di entrate, le operazioni in titoli e d'investimento, è cresciuta del 7,7%, salendo a 24,4 mio. di CHF. I fattori determinanti sono stati il maggior volume dei depositi e i proventi supplementari derivanti da transazioni.

I crediti ipotecari crescono oltre la media di mercato

Con un aumento dei crediti ipotecari di 264,1 mio. di CHF (+1,9%), la Banca Cler ha ampliato ulteriormente la propria posizione sul mercato. Malgrado la crescita superiore alla media, la Banca Cler continua ad attenersi alle proprie severe direttive – in vigore ormai da anni – in materia di concessione di crediti, con standard di anticipo conservativi e solidi requisiti di sostenibilità.

I depositi della clientela crescono marcatamente

Anche sul fronte dei passivi, nel 1° semestre 2017 la banca ha potuto contare su un notevole afflusso di depositi della clientela, pari a 162,4 mio. di CHF. Gli impegni nei confronti della clientela a titolo di risparmio e d'investimento sono saliti di 34,3 mio. di CHF e gli altri impegni verso clienti di 128,1 mio. di CHF, nonostante la minore disponibilità dei clienti a tenere i propri averi su un conto quasi senza interessi. Per questo a fine 2016 la Banca Cler ha lanciato la Soluzione d'investimento, un'alternativa calibrata per rischio ed esigenze. Già a partire da una somma d'investimento di 10 000 CHF i clienti beneficiano di una gestione patrimoniale professionale. A fine giugno 2017 in questo prodotto erano già investiti 270,4 mio. di CHF.

Per le PMI e i clienti istituzionali il focus è sugli interessi negativi. Con una gestione professionale della somma esonerata e offerte allettanti, da fine 2016 le consistenze dei depositi a vista e a termine sono aumentate di 128,1 mio. di CHF.

«Poiché le esigenze dei nostri cliente non sono tutte uguali, investiamo sia nell'offerta digitale sia nelle nostre succursali. Il connubio tra i due canali è la soluzione giusta.»

Sandra Lienhart

CEO Banca Cler

Gli investimenti nelle succursali e nell'offerta digitale gravano sull'andamento dei costi

I costi per il personale pari a 33,8 mio. di CHF sono rimasti pressoché invariati (-0,4 mio.). Gli altri costi d'esercizio, invece, hanno registrato un notevole aumento (+12,6 mio. di CHF), salendo a quota 61,4 mio. di CHF. Ciò è dovuto in primo luogo ai costi legati al riposizionamento della banca. Tra questi rientrano, oltre alle spese di marketing, anche i cospicui investimenti nel nuovo concetto di succursale e nel potenziamento dell'offerta digitale.

Dal 17 luglio 2017 la succursale virtuale «mycler.ch» offre nuovi servizi digitali. I nuovi clienti possono aprire in pochi minuti un conto o richiedere una carta di credito, senza ricorrere ad alcun documento cartaceo. Chi desidera investire del denaro, può definire online il proprio profilo dell'investitore e collocare una determinata somma direttamente in una soluzione d'investimento. E se un cliente desidera una consulenza, può mettersi in contatto con un consulente tramite chat. Anche i colloqui di consulenza possono essere fissati online: i clienti cercano la loro succursale preferita e possono accedere direttamente ai blocchi di tempo liberi. L'offerta digitale verrà ampliata ulteriormente anche in futuro.

Dopo l'inaugurazione della succursale «pilota» di Zurigo (Uraniastrasse), stanno per essere ultimate anche le succursali di San Gallo, Berna e Sion. Il nuovo concetto pone i clienti al centro dell'interesse e rende vivibili i valori della banca in un contesto fresco e moderno. La succursale è aperta, trasparente e consente di interagire con la banca in modo nuovo. I colloqui di consulenza si svolgono negli ambienti nei quali i clienti si sentono maggiormente a loro agio: attorno al tavolo grande, al bancone gastronomico, nella lounge, nel locale dedicato alla creatività oppure nella tradizionale sala riunioni.

A fine luglio la Banca Cler lancerà inoltre la Soluzione d'investimento «Sviluppo sostenibile», ampliando così la propria gamma di offerte ispirate a questo principio. Ciò dimostra il ruolo fondamentale del tema nel posizionamento dell'istituto.

Prospettive: si prosegue con il riposizionamento

Per il prosieguo dell'anno la Banca Cler prevede una situazione stabile, sempre alquanto complessa. Nel secondo semestre 2017 si procederà con il riposizionamento e si effettueranno investimenti nel nuovo marchio, nella digitalizzazione e nella ristrutturazione di succursali. Inoltre, il basso livello dei tassi costringe le banche a riflettere su nuovi modelli aziendali e di distribuzione. Malgrado l'andamento stabile sul fronte dei proventi, questi investimenti in ottica futura incideranno sul risultato d'esercizio e sull'utile dell'esercizio.

Per ulteriori informazioni:

Natalie Waltmann

Responsabile Comunicazione

Banca Cler SA, CEO Office

Telefono: +41 (0)61 286 26 03

E-mail: natalie.waltmann@cler.ch