Accesskeys

È ora di parlare di soldi.

Bruno Manser: la voce della foresta pluviale

A novembre 2019 uscirà nelle sale il nuovo film sull’attivista ambientale Bruno Manser.

Nel 1984 Manser partì per la giungla del Borneo, dove incontrò la tribù nomade dei Penan. Poiché il loro spazio vitale era minacciato dalla deforestazione, Manser decise di aiutarli nella lotta contro l’industria del legno. La Banca Cler è molto legata a Manser da parecchi anni e ha sostenuto finanziariamente la produzione del film.

Ops, qualcosa non ha funzionato!

Si prega di riprovare più tardi.

La banca di fiducia di Bruno Manser
Bruno Manser è cresciuto a Basilea, ed è normale che la sua banca di fiducia fosse svizzera. Nel sceglierla, però, aveva compiuto una serie di valutazioni molto attente: non voleva assolutamente affidare i propri soldi a un istituto di credito che finanziasse la deforestazione illegale, pertanto si era messo alla ricerca di una banca orientata alla sostenibilità, optando alla fine per quella che allora si chiamava Banca Coop, l’attuale Banca Cler. Nel 2000 Manser è stato ufficialmente dichiarato scomparso. Qualche anno dopo, nel 2004, il nostro istituto ha sovvenzionato la pubblicazione dei suoi diari sotto forma di libro e ha organizzato una mostra nelle proprie succursali. Gli originali dei diari sono tuttora custoditi in una cassetta di sicurezza presso la Banca Cler. Per rendere onore a questo legame pluriennale, abbiamo deciso di sovvenzionare la produzione del film.

Ispirato a una storia vera
La pellicola, che può essere considerata uno dei più grandi progetti cinematografici svizzeri, racconta la vera storia di Bruno Manser e della sua ricerca di una possibilità di vita lontano dalla civilizzazione moderna. L’incontro con la popolazione nomade dei Penan, nella giungla del Borneo, rappresenta il punto di arrivo di questa sua ricerca. Tre anni più tardi, tuttavia, l’esistenza di questa tribù viene sconvolta: i tagliaboschi radono al suolo una vasta area di una delle più antiche foreste pluviali del mondo, mettendo a rischio lo spazio vitale dei Penan. Manser convince il capotribù a battersi con la sua gente per difendere il loro territorio: insieme bloccano le strade percorse dai tagliaboschi, mettendo così in scacco l’industria del legno. Il conflitto con il potere industriale richiede, però, presto un tributo altissimo, e Manser è disposto ad andare fino in fondo... Da novembre 2019 il film sarà nelle sale svizzere.

Ulteriori informazioni sul film
Intervista con Kaspar Müller, presidente del Comitato consultivo per lo sviluppo sostenibile del gruppo BKB e rappresentante degli eredi di Bruno Manser, che ha visitato personalmente il set del film: https://www.cler.ch/it/blog/blog/brunomanserparadise-war/