Accesskeys

È ora di parlare di soldi.

Salari equi per donne e uomini: alla Banca Cler la parità salariale è stata ufficialmente riconfermata.

Per noi è scontato essere corretti nei confronti dei nostri collaboratori. E, naturalmente, la correttezza passa anche dalla parità salariale tra i sessi. Purtroppo oggigiorno non tutti i datori di lavoro sono fedeli a questo principio. La Banca Cler aderisce al confronto dei salari della Confederazione e intende fornire un contributo affinché tutte le aziende retribuiscano i loro collaboratori in modo equo, secondo prestazioni e qualificazioni. 

Con cadenza annuale, l'organizzazione indipendente di certificazione SQS (Associazione svizzera per sistemi di qualità e di management) verifica i nostri salari. A tale proposito SQS utilizza i dati che vengono analizzati dai membri dell'Association of Compensation & Benefits Experts in maniera indipendente con il metodo Logib. Per saperne di più

«Non facciamo differenze fra donne e uomini. Poiché nelle imprese moderne il principio «salario uguale per un lavoro di ugual valore» dovrebbe essere la norma.»
Mariateresa Vacalli, CEO

Come viene misurata la parità salariale con il metodo Logib?

Logib è uno strumento analitico svizzero per la verifica della pratica salariale, sviluppato su richiesta dell'Ufficio federale per l'uguaglianza fra uomo e donna (UFU) e messo a disposizione delle imprese e delle organizzazioni di certificazione della Confederazione per effettuare un confronto dei salari.

Attraverso tre domande, Logib verifica le ragioni alla base delle differenze salariali: le qualifiche sono oggettivamente paragonabili? La funzione lavorativa è identica? I requisiti sono gli stessi? Se sulla base di questi criteri la differenza salariale non è motivabile, risulta «inspiegabile». Possono tuttavia esserci ulteriori fattori esplicativi oggettivi, che non hanno nulla a che vedere con il sesso, pertanto è stata definita una cosiddetta soglia di tolleranza del 5%.
L'analisi dei salari mostra che siamo ben al di sotto di questa soglia di tolleranza del 5%. La certificazione «Fair Compensation» riconferma ufficialmente che alla Banca Cler la parità salariale fra uomo e donna regna sovrana.

In Svizzera, dal confronto dei salari emergono facilmente differenze salariali fra donne e uomini. In media, il reddito di una donna è inferiore del 18%1 rispetto a quello di un uomo, e questa differenza aumenta salendo nei livelli di funzione. Secondo l'Ufficio federale di statistica (UST), il 58% dei casi si spiega così: gli uomini scelgono spesso professioni in settori più lucrativi, lavorano più raramente a tempo parziale e danno più importanza alla carriera. Il restante 42% dei casi di disuguaglianza salariale («gender gap») non trova spiegazioni razionali ed è quindi riconducibile al sesso.

Salari equi – per tutti!

Per alcuni datori di lavoro il salario rimane una questione di negoziazione individuale. Chi non ha quindi il coraggio di chiedere direttamente un salario più elevato deve sperare che il datore di lavoro sia onesto. Ma nel nostro caso i collaboratori non devono sperare – da noi la rimunerazione equa è un aspetto fondamentale, che diamo per scontato.


Per saperne di più sulla Banca Cler in quanto datore di lavoro

Trova il lavoro dei tuoi sogni alla Banca Cler

È ora di parlare di soldi.
E la parità salariale è solo uno dei tanti temi che riguardano il denaro.


1 Fonte: «Rilevazione svizzera della struttura dei salari», Ufficio federale di statistica (UST), 2018