Accesskeys

È ora di parlare di soldi.

L’acquisto è più conveniente dell’affitto?

Gli interessi ai minimi storici permettono di accedere a finanziamenti ipotecari davvero convenienti. Spesso, acquistare un immobile è più vantaggioso che prenderlo in affitto, ma non sempre è così. Ecco a cosa bisogna prestare attenzione.

Molte persone si trovano alle prese con il classico dilemma: «Anziché pagare tutti i mesi la pigione senza mai diventare proprietari dell’abitazione, non sarebbe meglio vivere in una casa di proprietà e pagare gli interessi per un credito ipotecario?».

Circa la metà della popolazione svizzera sogna di avere una casa di proprietà, che tuttora viene percepita come sinonimo di libertà, qualità di vita e benessere. Tra le proprie mura domestiche, infatti, ciascuno può dare libero spazio alla creatività ed eseguire gli interventi che desidera. E poi non c’è il rischio di venire sfrattati.

La proprietà d’abitazioni come investimento

Va inoltre considerato che, ormai da dieci anni, i tassi d’interesse sono ai minimi storici. I finanziamenti ipotecari, quindi, sono più convenienti che mai, mentre le pigioni sono rimaste pressoché invariate. Ciò nonostante, bisogna sempre riflettere con attenzione prima di acquistare un immobile. Per la maggior parte delle persone, infatti, si tratta del più grande investimento della loro vita.

Cosa conviene fare, quindi? «Se alla luce della situazione reddituale e patrimoniale il costo di una casa di proprietà è sostenibile nel lungo periodo, potrebbe valere la pena decidere di acquistare», spiega l’esperta di finanziamenti della Banca Cler Isabelle Kaeser, che aggiunge: «Un appartamento o una casa non è solo un posto in cui abitare, ma rappresenta anche un investimento.» Gli immobili mantenuti in buono stato conservano il proprio valore, se non altro perché i terreni edificabili si riducono progressivamente.

I locatari hanno meno obblighi

Anche in ottica di previdenza può avere senso optare per una casa di proprietà, sostiene Isabelle Kaeser: «Chi riesce ad ammortizzare l’ipoteca entro il pensionamento non dovrà preoccuparsi della pigione in terza età.» Tuttavia, rimborsare un’ipoteca non è sempre facile, perché negli ultimi anni i prezzi degli immobili sono aumentati. Inoltre non bisogna sottovalutare i costi di manutenzione e di rinnovo, che un locatario non è chiamato a sostenere. Ecco quindi un argomento a favore dell’affitto: «A differenza dei proprietari, i locatari non devono occuparsi personalmente della manutenzione di casa e giardino. E sono anche più flessibili, ad esempio quando si tratta di cambiare città e posto di lavoro», spiega Isabelle Kaeser.

In conclusione, per stabilire se la soluzione migliore sia un immobile in affitto o un’abitazione di proprietà, bisogna considerare le esigenze e la situazione finanziaria del singolo individuo. «Un colloquio senza impegno con esperti del settore aiuta in ogni caso a prendere una decisione», afferma Isabelle Kaeser. «E per chi non vuole rinunciare al sogno di una casa propria per avere maggiore libertà, in genere si riesce a trovare una soluzione.»

Suggerimento: scoprite subito con il nostro calcolatore di ipoteche se per voi l’acquisto di un immobile risulta più conveniente dell’affitto.