Accesskeys

Comunicato stampa

La Banca Cler mette a segno un utile semestrale equiparabile a quello dello scorso anno

Basilea, 25 luglio 2019

In un contesto economico sempre più impegnativo, la Banca Cler ha conseguito un utile semestrale leggermente superiore, pari a 19,8 mio. di CHF (+0,2%). In seguito alla riduzione dei margini e al rafforzamento della prevenzione dei rischi, il risultato netto da operazioni su interessi è sceso a 84,4 mio. di CHF (–3,4%). Il risultato da operazioni in commissione e da prestazioni di servizio, con 27,8 mio. di CHF, si attesta al livello conseguito nello stesso periodo dell’anno precedente. I proventi d’esercizio hanno registrato un calo del 4,2%, scendendo a 118,2 mio. di CHF, mentre i costi d'esercizio, con 86,6 mio. di CHF, sono rimasti stabili al livello dello scorso anno. Il risultato netto è interessato da rettifiche di valore e da altri effetti una tantum dell’ammontare netto di circa 4 mio. di CHF. Al 30.6.2019 la somma di bilancio della Banca Cler è salita a 18,4 mia. di CHF, il che corrisponde a un aumento del 2,9% (31.12.2018: 17,9 mia. di CHF).

Ulteriore crescita delle attività core

Per quanto riguarda le attività core, nel primo semestre 2019 la Banca Cler è riuscita a equiparare la ragguardevole crescita dei periodi precedenti. Al 30.6.2019, con un aumento di 300 mio. di CHF, il volume ipotecario ha raggiunto un nuovo massimo, pari a 15,5 mia. di CHF, nonostante le direttive in materia di concessione di crediti tuttora prudenti. Oltre a ciò sono state ampliate anche le operazioni con le PMI. Nel complesso, al 30.6.2019 i prestiti alla clientela sono aumentati a 15,9 mia. di CHF (+2,9%).

Rispetto allo scorso anno, la crescita dei depositi della clientela è nettamente superiore (+392 mio. di CHF, ovvero +3,2%). Malgrado il perdurare della fase di interessi bassi, la Banca Cler è riuscita a convincere i propri clienti con allettanti conti di risparmio, d'investimento e di previdenza. Infatti, nel primo semestre 2019, gli impegni nei confronti della clientela a titolo di risparmio e d'investimento sono progrediti di 250 mio. di CHF.

Calo dei proventi da interessi a causa dei tassi d'interesse bassi e dei rischi

Nel primo semestre 2019 gli interessi ipotecari hanno toccato nuovi minimi, con il conseguente ritocco al ribasso dei proventi da interessi e sconti di 1,9 mio. di CHF (–1,7%), raggiungendo quota 109,7 mio. di CHF. Tuttavia, nonostante l'ulteriore ottimizzazione del rifinanziamento mediante mutui presso centrali d'emissione di obbligazioni fondiarie e gli oneri per interessi più bassi di 0,8 mio. di CHF rispetto allo scorso anno (24,1 mio. di CHF, ovvero –3,2%), non è stato possibile compensare completamente la flessione di tali proventi. Al contempo, rispetto al 2018, la Banca Cler si è fatta consapevolmente carico di maggiori costi per tutelare il bilancio contro i rischi di variazione dei tassi. Di conseguenza, il risultato lordo da operazioni su interessi è diminuito dell'1,3% a 86,1 mio. di CHF. Inoltre, nel primo semestre 2019 la Banca Cler ha costituito ulteriori rettifiche di valore per rischi di perdita nelle operazioni su interessi per 1,7 mio. di CHF. Ne consegue un risultato netto da operazioni su interessi pari a 84,4 mio. di CHF (–3,4% rispetto all'anno precedente).

Risultato da operazioni in commissione e da prestazioni di servizio al livello dello scorso anno

Nel primo semestre 2019, con un risultato pari a 27,8 mio. di CHF, le operazioni in commissione e da prestazioni di servizio si sono mantenute al livello dello scorso anno. La partecipazione ai proventi d'esercizio della Banca Cler è salita leggermente al 23,5% (1° semestre 2018: 22,6%), sottolineando l’importanza delle operazioni in commissione e da prestazioni di servizio quale seconda fonte di reddito. La domanda per le Soluzioni d’investimento offerte dalla Banca Cler ha registrato una performance molto ragguardevole. Nel primo semestre 2019 il patrimonio della clientela investito in questi prodotti ha messo a segno un aumento di circa il 30%, raggiungendo 774 mio. di CHF (fine 2018: 601 mio. di CHF). In particolare le minori entrate dalle operazioni in fondi hanno fatto sì che il risultato da operazioni in commissione e da prestazioni di servizio registrasse complessivamente un andamento neutrale.

Proventi d’esercizio leggermente più bassi

Alla luce di entrate più basse derivanti da operazioni in divise, il risultato da attività di negoziazione è sceso a 4,8 mio. di CHF (–0,7 mio. di CHF). Anche la voce Altri risultati ordinari, con 1,2 mio. di CHF, ha subìto un calo rispetto al 1° semestre 2018 (–1,5 mio. di CHF). Nello stesso periodo dell’anno precedente, a dare luogo a un consistente ricavo aggiuntivo una tantum era stata la vendita di diversi stabili. Nel complesso, i proventi d'esercizio della Banca Cler sono diminuiti da 123,5 mio. di CHF dello scorso anno a 118,2 mio. di CHF.

«Per quanto riguarda le ipoteche e i depositi della clientela siamo tuttora in fase di crescita. Inoltre siamo riusciti a incrementare ulteriormente le operazioni in commissione e da prestazioni di servizio, identificandole come nostra seconda fonte di reddito. Nel secondo semestre dell’anno vogliamo continuare a consolidare la nostra posizione di precursori nel campo della digitalizzazione in Svizzera e investire maggiormente nei canali digitali e nel nostro marchio.»

Sandra Lienhart

CEO Banca Cler

Costi stabili nonostante gli ulteriori investimenti

Gli investimenti nei canali digitali, nelle succursali e nel nuovo marchio offrono alla Banca Cler un potenziale di crescita proiettato al futuro e vengono mandati avanti in maniera mirata. Grazie a un’elevata disciplina in termini di costi, nel primo semestre 2019 è stato possibile mantenere i costi d'esercizio a un livello stabile (86,6 mio. di CHF). I minori costi iscritti all’attivo legati alla ristrutturazione delle succursali hanno consentito di ridurre gli ammortamenti di 1,2 mio. di CHF. Gli accantonamenti sono stati aumentati di 2,2 mio. di CHF secondo il principio della prudenza. Attraverso questa misura e la prevenzione dei rischi in riferimento alle operazioni su interessi, il risultato semestrale ha subìto un aggravio di circa 4 mio. di CHF.

Prospettive: per il 2019 si prevedono utili in linea con quelli dello scorso anno

Il contesto elvetico, caratterizzato da interessi bassi e da una concorrenza sempre più agguerrita, continua a essere impegnativo. Pertanto, malgrado la costante crescita del volume dei prestiti, la Banca Cler prevede ricavi al ribasso in riferimento alle operazioni su interessi. Rafforzando in modo mirato le operazioni d’investimento, la banca trasferisce progressivamente le proprie fonti di entrate verso le operazioni in commissione e da prestazioni di servizio. Allo stesso tempo, con Zak, la banca sullo smartphone, la Banca Cler intende sfruttare appieno il suo vantaggio di precursore digitale in Svizzera e potenziare ulteriormente l'acquisizione di clienti. Per continuare a rafforzare il posizionamento sul mercato della Banca Cler, sono previsti ulteriori investimenti nella digitalizzazione e nel marchio Cler. Per l'esercizio 2019 la Banca Cler prevede utili paragonabili a quelli dello scorso anno.

Rapporto semestrale 2019

 

Per ulteriori informazioni:

Natalie Waltmann

Responsabile Comunicazione

Banca Cler SA, CEO Office

Telefono: +41 (0)61 286 26 03

E-mail: natalie.waltmann@cler.ch