Accesskeys

Lo Swiss Income Monitor della Banca Cler (BCSIM)

Le domande importanti ai fini di una buona comprensione del testo

Come abbiamo proceduto?

La base dei dati – ottenuta dall’Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) – è costituita dal reddito netto per economia domestica a livello svizzero e cantonale per gli anni dal 2007 al 2017. L'unità più piccola considerata non è il reddito per persona, ma per economia domestica soggetta a imposizione. Questa scelta si basa sul fatto che le coppie sposate compilano un'unica dichiarazione dei redditi (non due). Inoltre anche i minorenni non ne compilano una propria. Per questi motivi, viene considerato il reddito netto dell'intera economia domestica.

Cosa è il reddito netto (meno le deduzioni supplementari)?

Questo dato viene calcolato in base al reddito netto percepito (salari, rendite, redditi di capitale, alimenti) meno le «deduzioni supplementari» come le spese di malattia o i contributi di beneficenza. Per ottenere il valore del reddito netto, dal reddito totale di un'economia domestica si detraggono tutte le deduzioni personali (come gli alimenti pagati o i versamenti nel pilastro 3a) e le suddette deduzioni supplementari.

Cos’è la mediana?

La mediana (nota anche come valore mediano) è il valore situato al centro di una serie di dati ordinati per grandezza. Ciò significa che almeno il 50% dei dati è inferiore o uguale alla mediana e che almeno il 50% dei dati è maggiore o uguale alla mediana. Rispetto al valore medio, la mediana è meno sensibile ai valori estremi. Per un numero dispari di valori, la mediana è il valore centrale. Per un numero pari di valori, la mediana è la media dei due valori medi. La mediana è quindi il valore medio o centrale di un set di dati.

Come si misura la distribuzione del reddito?

Il coefficiente di Gini è il parametro più noto per misurare la distribuzione del reddito. Assume valori compresi tra 0 e 1, dove 1 significa «massima disuguaglianza»: una singola economia domestica percepisce tutto il reddito di un paese e le altre nulla. Il valore più basso è 0 e significa «totale uguaglianza»: ogni economia domestica in un paese ha esattamente lo stesso reddito. Quindi, quanto più basso è il coefficiente di Gini, tanto più uniformemente viene distribuito il reddito.

Perché i confronti tra le diverse fonti sono difficili?

Il reddito può essere misurato in diversi modi. L’Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC), ad esempio, riporta il reddito netto per i circa 4,9 mio. di economie domestiche soggette a imposizione. Lo Swiss Income Monitor della Banca Cler lavora con questi dati. In questo caso, ad esempio, il coefficiente Gini per l'anno 2017 è pari a 0,48.
L'Ufficio federale di statistica (UST) segnala, tra l'altro, il cosiddetto reddito equivalente, secondo il quale il reddito totale viene distribuito tra tutti i circa 8,5 mio. di abitanti. Ne risulta un coefficiente di Gini pari a 0,32 per il 2017, che viene utilizzato nei confronti internazionali.

Emerge molto chiaramente che complessivamente le economie domestiche con più persone presentano in media un reddito più elevato rispetto a quelle composte da una sola persona. Ciò spiegherebbe la distribuzione più uniforme nel caso dell'UST, poiché i bambini sono considerati come beneficiari di reddito.

Perché non c'è un confronto internazionale dei risultati?

La nostra base di dati è costituita dal reddito netto per ogni economia domestica svizzera soggetta a imposizione. Esistono vari approcci per misurare la disuguaglianza in un paese. Per i confronti internazionali, ad esempio, il reddito equivalente per economia domestica (distribuito tra tutti i membri di un'economia domestica, bambini compresi) viene spesso utilizzato come cifra di riferimento. Tuttavia, questi dati non erano disponibili a livello svizzero e per i singoli cantoni. Viceversa, non esistono dati comparabili a livello internazionale al reddito netto svizzero (a causa dei diversi sistemi fiscali nazionali).

Come sono definite le altre cifre chiave?

  • Quartile (Q): così come la mediana è il valore che divide l'insieme di dati ordinati per dimensione in due gruppi di uguali dimensioni, i 3 quartili dividono i dati in quattro gruppi di uguali dimensioni (dove il quartile di mezzo è identico alla mediana).
  • Percentile (P): simile al quartile, ma qui si formano cento gruppi di uguali dimensioni.
  • Valore medio: media aritmetica o somma di tutte le osservazioni divisa per il numero di osservazioni.
  • Deviazione standard: una comune misura di dispersione definita come la radice della deviazione quadratica media rispetto alla media.
  • Coefficiente di variazione: una misura di dispersione adimensionale definita come deviazione standard per valore medio.
  • Scarto interquartile: Q3 - Q1 (che è la stessa di P75 - P25).
  • Quota dei quartili: Q1 / Q3 (che è lo stesso di P25 / P75).

Quando è il prossimo aggiornamento?

Il prossimo aggiornamento del BCSIM con i dati del 2018 avverrà a gennaio 2022.

Dove si situa il suo reddito in un confronto a livello svizzero?

Scopra in quale posizione si trova.