Accesskeys

È ora di parlare di soldi.

Calo dei costi per la settimana bianca in Svizzera in seguito alla pandemia da coronavirus

Dal 2019 la Banca Cler analizza, con il supporto di BAK Economics, i prezzi per la stagione sciistica in Svizzera. L’analisi condotta quest’anno mostra dove e come sono cambiati i prezzi per il 2022 rispetto al periodo pre-pandemia (2020).

L'essenziale in breve

  • Per il 2022 i prezzi di una settimana bianca sono scesi in quasi tutte le regioni rispetto al periodo antecedente la pandemia (stagione invernale 2020). Il calo si attesta in media al 3%.
  • Le maggiori riduzioni dei prezzi rispetto al 2020 si sono riscontrate nelle regioni del Cantone dei Grigioni Flims-Laax-Falera (–8,1%) e Andermatt-Sedrun (–6,3%). A Saas-Fee i prezzi sono scesi addirittura del 9,4%.
  • Le località sciistiche più costose per il 2022 sono Zermatt, Verbier e St. Moritz, dove una settimana bianca costa circa il 69% in più rispetto alle regioni più convenienti, ossia Airolo, Aletsch-Arena e Engelberg-Titlis.
  • Nelle località sciistiche più care, quest’inverno una settimana bianca per una famiglia costa oltre 5000 CHF, per la precisione 5240 CHF a Zermatt, 5168 CHF a Verbier e 5113 CHF a St. Moritz.
  • Le differenze di prezzo per gli alloggi sono enormi. In base alla località scelta per trascorrere la settimana bianca, la differenza può arrivare al 100%.
  • I prezzi per gli skipass sono saliti dell’1,5% rispetto al periodo pre-pandemia (2020). Nel 2022, a Verbier, tutti i segmenti di clientela pagano il 48% in più rispetto al 2020.

Quanto costa una settimana bianca in Svizzera nel 2022 (19–26 febbraio 2022)? E qual è la differenza di prezzo rispetto all’inverno prima della pandemia (22–29 febbraio 2020)? Un’analisi condotta su 14 località sciistiche svizzere per una settimana bianca (skipass per 8 giorni, soggiorno di 7 notti) mostra come sono cambiati i prezzi per una famiglia con due bambini, per una coppia di coniugi e per un gruppo di studenti. I dettagli dell’analisi sono riportati al termine del comunicato stampa.

Per il 2022 i prezzi sono complessivamente calati del 3% rispetto al periodo pre-pandemia

Se si confrontano le variazioni di prezzo delle singole regioni sciistiche per tutti i segmenti di clientela e le categorie di costo, emerge un calo medio del 3% dal 2020 al 2022.

  • Le maggiori riduzioni dei prezzi rispetto al 2020 si sono riscontrate nelle regioni del Cantone dei Grigioni Flims-Laax-Falera (–8,1%) e Andermatt-Sedrun (–6,3%). A Saas-Fee i prezzi sono scesi addirittura del 9,4%.
  • In quattro delle 14 regioni analizzate i costi complessivi della settimana bianca sono aumentati: +0,8% a Verbier, +1,8% a St. Moritz, +2,6% a Zermatt e +3,8% ad Airolo.

Nel 2022 le località sciistiche più convenienti sono Airolo, Aletsch-Arena e Engelberg-Titlis

In tutti i segmenti di clientela (famiglia di quattro persone, coppia di coniugi e studenti) le località sciistiche più convenienti per il 2022 risultano essere Aletsch-Arena, Engelberg-Titlis e Airolo. Una famiglia paga 3428 CHF ad Aletsch-Arena, 3532 CHF a Engelberg-Titlis o 3767 CHF ad Airolo. Per una coppia di coniugi i prezzi migliori sono offerti nell’ordine da Airolo (2740 CHF), Aletsch-Arena (3113 CHF) e Engelberg-Titlis (3423 CHF). Anche per gli studenti Airolo è la scelta più economica (878 CHF), seguita da Engelberg-Titlis (917 CHF) e Adelboden (1070 CHF). I prezzi per Adelboden sono pressoché identici a quelli per Aletsch-Arena (1077 CHF).

Nelle località sciistiche più care, una settimana bianca per una famiglia costa oltre 5000 CHF

Nel confronto dei prezzi Zermatt, Verbier e St. Moritz sono in cima alla classifica. In queste località nell’inverno 2022 una famiglia paga per una settimana bianca oltre 5000 CHF (per la precisione 5240 CHF a Zermatt, 5168 CHF a Verbier e 5113 CHF a St. Moritz). Per le coppie di coniugi Verbier è la località più cara (5399 CHF), seguita da Gstaad (4807 CHF) e Zermatt (4645 CHF). Per gli studenti, invece, la settimana bianca costa di più ad Andermatt (1495 CHF); al secondo posto troviamo Verbier (1465 CHF) e al terzo St. Moritz (1390 CHF).

I prezzi per gli alloggi sono estremamente eterogenei

Rispetto al periodo pre-pandemia, i prezzi per gli alloggi sono scesi in media del 4,8% in tutte le regioni, ma si riscontrano disparità notevoli. Ad esempio, dal 2020 al 2022, i prezzi applicati in determinate località sono aumentati per un segmento e diminuiti per un altro. Particolarmente impressionante è la differenza ad Andermatt-Sedrun: per gli studenti i prezzi degli alloggi sono cresciuti del 48,2% rispetto a due anni fa, mentre per una famiglia di quattro persone sono scesi del 23,5%.

Al contempo il prezzo degli alloggi varia parecchio da una destinazione all’altra. In base alla località scelta per trascorrere la settimana bianca nel 2022, la differenza può arrivare al 100%.

  • Una famiglia di quattro persone può risparmiare circa 1000 CHF: per una settimana bianca ad Airolo o Aletsch-Arena spenderebbe infatti ca. 1350 CHF, mentre ad Arosa-Lenzerheide o Zermatt oltre 2400 CHF.
  • Anche per le coppie di coniugi la differenza di prezzo relativa all’alloggio è quella che incide maggiormente: può superare addirittura 2400 CHF per una settimana se si confrontano i prezzi della località più conveniente, ossia Airolo (1422 CHF), con quelli della località più cara, ossia Verbier (3853 CHF).
  • Gli studenti pagano 373 CHF per una settimana a Engelberg-Titlis, mentre ad Arosa-Lenzerheide 834 CHF.

I prezzi per gli skipass toccano il massimo durante la settimana tradizionalmente dedicata allo sci

Le località sciistiche svizzere puntano sempre di più su prezzi dinamici per gli skipass. Proprio il periodo scelto per l’analisi (19–26 febbraio 2022) è estremamente ambito. I prezzi per gli skipass sono saliti dell’1,5% rispetto al periodo pre-pandemia (2020).

  • A risentirne maggiormente sono le famiglie di quattro persone: per questo segmento i prezzi sono aumentati del 2,8% rispetto al 2020, principalmente perché in molte regioni gli skipass per i bambini sono diventati più cari.
  • Nel 2022, a Verbier, tutti i segmenti di clientela pagano il 48% in più rispetto al 2020.
  • A Flims-Laax-Falera, invece, tutti i segmenti pagano il 17,4% in meno.
  • Per gli studenti, le maggiori differenze si riscontrano ad Andermatt-Sedrun e Flims-Laax-Falera. Nella prima località lo skipass costava 344 CHF nel 2020, mentre nel 2022 costerà 424 CHF, ossia il 23% in più. Nella seconda località, invece, il prezzo è sceso da 454 CHF nel 2020 a 375 CHF nel 2022, registrando un calo del 17,4%.

Le scuole di sci sono in media più economiche, ad eccezione di qualche località

I prezzi per le scuole di sci hanno registrato un calo medio del 3,3% rispetto al periodo pre-pandemia. Ad Andermatt-Sedrun, dove nel 2020 una famiglia doveva spendere 521 CHF per due bambini, bastano ora solo 396 CHF, il che corrisponde a una riduzione del 24%. Ma ci sono alcune eccezioni: a St. Moritz, ad esempio, il prezzo è salito dell’8,9% passando da 760 CHF nel 2020 a 828 CHF nel 2022. La località più costosa per le scuole di sci continua a essere Zermatt, dove i prezzi sono saliti di un ulteriore 4% passando da 990 CHF nel 2020 a 1030 CHF nel 2022.

Dettagli relativi all’analisi

Quanto si spende per una settimana bianca dal 19 al 26 febbraio 2022 in varie località sciistiche svizzere? Per rispondere a questa domanda si sono confrontate le offerte disponibili a metà novembre 2021 con quelle del periodo pre-pandemia (settimana bianca dal 22 al 29 febbraio 2020, rilevazione: novembre 2019).

Sono state analizzate 14 regioni sciistiche: St. Moritz, Davos-Klosters, Flims-Laax-Falera e Arosa-Lenzerheide nel Sud-est della Svizzera, Andermatt-Sedrun ed Engelberg-Titlis nella Svizzera centrale, Gstaad, regione Jungfrau e Adelboden-Lenk nell’Oberland bernese, Zermatt, Aletsch-Arena, Verbier e Saas-Fee nel Vallese e Airolo in Ticino.

Nell’analisi abbiamo confrontato i costi per una settimana bianca tra le varie località sciistiche tenendo conto dei seguenti elementi: skipass per 8 giorni, 7 notti in un appartamento di vacanza o, per la coppia di coniugi, in albergo, noleggio degli sci (scarponi e sci) nonché tassa di soggiorno. Nel caso della famiglia, abbiamo calcolato anche la scuola di sci per i bambini (corso della durata di cinque mezze giornate). Non sono invece stati presi in considerazione i costi variabili come vitto, divertimenti e viaggio.

Il confronto è stato effettuato per una famiglia composta da due adulti e due bambini (7 e 10 anni) che prende in affitto un appartamento di vacanza tramite Airbnb, una coppia di coniugi che alloggia in un albergo a quattro stelle e un gruppo di tre studenti, anche loro in un appartamento di vacanza.