Accesskeys

Previdenza

Principali informazioni sull'estratto AVS

Conoscete le informazioni contenute nel vostro estratto AVS e sapete come beneficiarne? Richiedete oggi stesso il vostro estratto all'AVS (l'invio richiede all'incirca tre settimane) e avvaletevi di una consulenza sulla vostra situazione previdenziale presso il nostro istituto.

L’essenziale in breve

  • Perché ordinare l'estratto AVS?
  • Quali informazioni contiene?
  • Perché è sensato verificare ogni quattro o cinque anni il proprio estratto AVS?

Fissare un colloquio di consulenza

L'importanza dell'estratto AVS

L'estratto AVS (il cosiddetto estratto del conto individuale AVS) riporta le entrate dichiarate all'AVS e accreditate sul vostro conto dai vostri precedenti datori di lavoro. Se lo leggete correttamente, a seconda delle circostanze potete risparmiare molto denaro poiché potete individuare eventuali lacune contributive, ad esempio perché il precedente datore di lavoro non ha versato i contributi AVS. È comunque possibile colmare tali lacune con effetto retroattivo entro cinque anni.

Come ordinare un estratto AVS?

Al sito Ahv-iv.ch potete ordinare il vostro personale estratto AVS. A tale proposito tenete pronto il vostro numero AVS, reperibile tra l'altro sulla vostra carta della cassa malati. In linea di principio potete incaricare una qualsiasi cassa di compensazione di procurarvi tutti gli estratti, anche se non si tratta della cassa di compensazione incaricata della gestione del conto.

Ecco le informazioni riportate sull'estratto AVS

No. cassa:
numero della cassa di compensazione che gestisce il vostro conto.
Colonna 1:
numero di conteggio (non rilevante per voi)
Colonna 2:
codice reddito
Codice reddito
0
Assicurazione facoltativa per gli svizzeri all’estero o accredito per compiti assistenziali
1 o 2 Lavoratore non indipendente (salariato) o prestazione assicurativa soggetta all’ obbligo contributivo
3 o 9 Persona esercitante un’attività lucrativa indipendente
4 Persona senza attività lucrativa
5 Marche assicurative
7 Reddito soggetto all'obbligo contributivo in pensione
8 Suddivisione dei redditi in caso di divorzio


Se prima del codice è riportata un'altra cifra significa che c'è stata una correzione.

Colonna 3:
dati relativi agli accrediti per compiti assistenziali (quota). Si tratta di un supplemento del reddito da attività lucrativa che costituisce la rendita che consente di percepire una rendita più elevata se si assistono parenti bisognosi di cure. Gli accrediti per compiti assistenziali non sono prestazioni dirette in denaro e possono essere computati dall'anno civile successivo al compimento del 17° anno di età fino al 31 dicembre dell'anno civile precedente l'età di riferimento.

Colonna 4:
durata di contribuzione in mesi (inizio/fine, espressa in numeri da 1 a 12), registrata dal 1979 per i cittadini svizzeri e dal 1969 per i cittadini stranieri.

  • Codice 66: questo codice a questo punto indica un inizio indeterminato e/o una fine indeterminata della durata di contribuzione.
  • Codice 77: utili di capitale o di compensi per contribuzione alle spese domestiche. Questi ultimi vengono versati a figli o nipoti maggiorenni che, vivendo nella stessa economia domestica, hanno lavorato per i genitori o i nonni oppure hanno versato loro un contributo finanziario.
  • Codice 99: reddito modificato in seguito (non la durata di contribuzione.

Colonna 5:
anno di contribuzione.

Colonna 6:
reddito soggetto all'obbligo contributivo comunicato all'anno in CHF. Su questo reddito sono stati prelevati contributi.

A cosa dovete badare?

Lacune:

i contributi AVS vengono versati per metà dal datore di lavoro e per metà dal lavoratore e vengono detratti dal salario. Il datore di lavoro li versa alla cassa di compensazione. Nel caso dei lavoratori indipendenti, la base di calcolo è costituita dal reddito percepito nell'anno di contribuzione. Tuttavia, per vari motivi possono verificarsi lacune, ad esempio durante il periodo di studi poiché, non percependo un reddito, non vengono versati i contributi AVS. Queste lacune contributive comportano una riduzione della rendita AVS (pari al 2,3% per ogni anno di contribuzione mancante) al momento del pensionamento. Verificate quindi se ogni anno avete versato il contributo minimo AVS, pari a 514 CHF (che corrisponde a un reddito lordo annuo di 4851 CHF). In caso contrario, le conseguenze finanziarie possono essere notevoli. È possibile versare i contributi retroattivamente entro cinque anni e colmare così eventuali lacune. Non perdete questa occasione!

Datori di lavoro:

verificate che il salario lordo riportato sul vostro certificato di salario corrisponda al reddito indicato sul vostro estratto AVS. Ciò vi aiuterà a capire se i vostri datori di lavoro hanno conteggiato correttamente il vostro reddito.

Correzione delle informazioni

entro 30 giorni dal ricevimento dell'estratto AVS avete la possibilità di inoltrare un ricorso. Per farlo, contattate la cassa di compensazione incaricata della gestione del vostro conto.

Con quale frequenza bisogna verificare l'estratto AVS?

È consigliabile verificare il proprio estratto AVS ogni quattro o cinque anni, a fine anno. In questo modo potete mantenere una panoramica sugli aspetti importanti e colmare eventuali lacune entro cinque anni.

Avete domande?

Non esitate a contattarci in caso di domande sulla vostra previdenza.

Fissare un colloquio di consulenza

Verificate e ottimizzate la vostra situazione previdenziale

Analizzate anche il vostro certificato della cassa pensioni

Scoprite di più sulle vostre prestazioni di previdenza personali.
Il grado di copertura è buono? Occorre effettuare un riscatto? Vi aiutiamo a interpretare il certificato della cassa pensioni.

Leggete ora il blog.

Provvedere alla previdenza e risparmiare sulle imposte

Non chiedetevi se dovete pensare alla vostra previdenza: chiedetevi quando è meglio iniziare a farlo.

Vi forniamo volentieri una consulenza
Interessanti articoli di blog sulla previdenza
  • Previdenza

    Decidere autonomamente. In ogni situazione.

    Cosa succede se in seguito a un infortunio non posso più esprimere autonomamente la mia volontà? Chi prenderà le decisioni per me? Chi mi assicura che le cure mediche corrisponderanno alle mie intenzioni? E come posso garantire la miglior assistenza possibile per i miei familiari nel momento in cui passerò a miglior vita? Con direttive del paziente, mandato precauzionale e regolamentazione della successione potete mettere tutti questi punti nero su bianco.

    Per saperne di più
  • Come privilegiare il proprio partner.

    Previdenza

    Come privilegiare il proprio partner? Importanti informazioni su testamento, convenzione matrimoniale e contratto successorio

    Dopo il proprio decesso si desidera che i propri cari siano tutelati finanziariamente e al riguardo vi sono varie possibilità giuridiche: quelle più comuni sono il testamento, la convenzione matrimoniale e il contratto successorio. Ma quale si addice a quale caso? E qual è quella giusta per voi? Vi forniamo una panoramica.

    Per saperne di più
  • Previdenza

    Leggere e comprendere il certificato della cassa pensioni

    Quale somma avete già accumulato nel 2° pilastro? Quanti di questi risparmi potete utilizzare per l’acquisto di un immobile? E se dovesse accadervi qualcosa, a quanto ammonterebbe la vostra rendita d’invalidità? Vi mostriamo come leggere correttamente il vostro certificato della cassa pensioni. Richiedetelo oggi stesso alla vostra cassa pensioni e poi fatevi consigliare da noi riguardo alla vostra situazione previdenziale.

    Per saperne di più